Vuoi salire sul palco? Devi considerare questo!

Molte ragazze sono coinvolte in competizioni in questi giorni e penso che questo sia uno sviluppo molto positivo. Pochi di loro sanno cosa aspettarsi. Ti dirò cosa prepararti:

1. Il bodybuilding è un hobby costoso

Probabilmente puoi immaginare che un bellissimo bikini con lustrini sia un po ‘più costoso. Tuttavia, i costi in background sono appena percettibili. Elementi di costo importanti che vengono spesso trascurati:

  • tutti gli alimenti e gli integratori
  • tariffa dello studio
  • allenatore della competizione
  • tariffa per (impostazione) seminari
  • di solito hai bisogno di 2 bikini da competizione
  • scarpe e accessori
  • servizi di colorazione o abbronzatura
  • Avvia libro e Avvia licenza (fatturati annualmente)
  • Quota di iscrizione per ciascuna categoria registrata
  • spese di viaggio

Sono un bel po ‘di soldi. Quindi considera se vuoi rendere il bodybuilding un hobby. Ma se decidi di farlo, non puoi fare a meno degli anabolizzanti. Abbiamo il miglior sito steroidi online – guarda tu stesso!

2. Il tuo corpo è apprezzato dagli altri

Nelle competizioni di bodybuilding, anche se è “solo” una lezione di fitness in bikini, si tratta della tua simmetria e dei tuoi muscoli.

Se ti alleni davvero solo per sei mesi e pensi di riuscire a scrollarti di dosso il primo posto dopo la tua prima dieta di successo, questa può essere un’esperienza molto frustrante.

Ma non voglio toglierti il ​​coraggio, anzi! Accetta la sfida e guarda come appari accanto ad altri atleti, forse più esperti. Questo può motivarti per il futuro o essere un po ‘un deterrente se non inizi il tuo progetto dall’inizio.

La costruzione muscolare e la perfetta simmetria richiedono tempo e il bodybuilding è uno sport a lungo termine che può essere praticato per molti anni / decenni. Quindi prenditi il ​​tuo tempo e, soprattutto, sii realistico nella tua prima competizione.

3. Una dieta competitiva non è un piacere …

Chiunque pensi che una dieta competitiva sarebbe pipifax è geneticamente dotato o non l’ha mai fatto. Una dieta competitiva consuma l’intera vita sociale per 12 settimane e definisce l’intera vita quotidiana.

Mangi regolarmente, fai cardio la mattina prima del lavoro, fai esercizio 6 volte a settimana in studio e vai a letto presto per dormire e rilassarti. La dieta competitiva è un lavoro a tempo pieno e solo per chi lo desidera davvero.

Non consiglierei a nessuno che non sia al 100% dietro il proprio obiettivo di iniziare questa dieta perché è molto costoso raggiungere una forma di fase adeguata.

Gli atleti in bikini dovrebbero avere un KFA di circa l’11-12% e i voti sono più alti anche nell’intervallo a una cifra.

4. La dieta non termina il giorno della competizione

Hai seguito la dieta, hai fatto del tuo meglio sul palco – forse sei stato bravissimo – e ora hai solo bisogno di una cosa: (ven) mangiare !!!

Attenzione! Questa è una trappola! Dopo una dieta competitiva, non puoi tornare immediatamente alla tua “normale” routine quotidiana, né mangiare un pasto falso dopo l’altro.

Chiunque segua questa dieta di solito ha a che fare con sentimenti alterati di fame e sazietà, quindi dovrebbe SEMPRE seguire la dieta inversa dopo la dieta. Questo è ciò che chiamiamo il ritorno del corpo al suo livello quotidiano.

La dieta inversa può richiedere fino a 2 mesi. Un buon allenatore può aiutarti in questo, quindi per favore non fare a meno di lui o c’è il rischio di un cattivo effetto yo-yo!

IMG_7104

Leave a Reply